ABELE

SYNOPSIS

Abele (nella Genesi definito pastore di greggi) è una figura biblica che incarna nell’uomo il lavoro e il sacrificio. E’ la voce di un poeta che conduce nelle vite ancestrali che scandiscono la sussistenza e la vita di un popolo. Dal nord al sud dell’isola, passando per il Supramonte, il film si addentra in scene di vita reale di pastori che evocano un immaginario autentico, lontano dalle logiche del mero profitto e dagli stravolgimenti imposti dall’innovazione tecnologica. Abele è uno e tutti i pastori incontrati in una Sardegna che culla la civiltà agropastorale come un figlio che cresce e si trasforma, rappresentata nei contrasti tra immagini di archivio dagli anni ‘50 fino a oggi, in cui, nel cuore del Supramonte, rompe il suo isolamento aprendo il cuile ad insolite visite di turisti, in cerca dell’incontro con “il pastore sardo”.

 

In Sardinia, the daily life of the shepherd is always the same, with its rules and its rhythm, since the times of the first shepherd of flocks: Abel. From the north to the south of the island, passing through the Supramonte mountain, the film enters into real life of shepherds that evoke an authentic culture, far from the logic of profit and the upheavals imposed by technological innovation.

CREDITS

in produzione

soggetto, regia, fotografia
Fabian Volti

in collaborazione con
Cineteca Sarda – Società Umanitaria

Formato: HD, 16mm

produzione
Roda Film/4CaniperStrada

con il contributo di
Regione Sardegna, Fondazione di Sardegna